ZILATH BIANCO

La parola Zilath deriva dal nome della carica magistrale del popolo Etrusco. I vitigni bianchi che lo compongono sono quelli storici del territorio Trebbiano e Malvasia. Il piccolo contributo di vitigni aromatici, arricchisce  questo vino di sensazioni gusto/olfattive più profonde e persistenti.
Servito a 10°C è l’ideale per accompagnare degli sfiziosi aperitivi, piatti a base di pesce e in accompagnamento a piatti di verdure.

ZILATH ROSSO

Un vino fresco e profumato con leggere fragranze fruttate e floreali armonizzato dalla morbidezza dei tannini e supportato da un’interessante spalla acida.
Ideale in accompagnamento a primi piatti  a base di carne o salsa al pomodoro, servito a una temperatura di 16°, si sposa perfettamente a secondi di carni bianche e di cortile.

KOTTABOS BIANCO

Questo vino porta il nome di un intrattenimento dei simposi Etruschi che consisteva nel colpire un piatto o un vaso con il vino rimasto sul fondo della kylix. Il Kottabos Casale Cento Corvi è a base di un vitigno migrante: lo chardonnay.
Il mosto viene messo a fermentare in piccoli carati di rovere per una durata di circa 40/45 giorni nei quali il mosto fiore andrà a fondersi con le note nobili del legno, regalando al vino le sfumature della tostatura esaltandone i profumi. È ideale servirlo a 12°C in abbinamento a primi di carni bianche e a piatti di pesce grasso.

KOTTABOS ROSSO

Il Merlot,vitigno migrante, coltivato sulle colline tufacee ceretane gode di un microclima che ne esalta le caratteristiche garantendo un giusto equilibrio per la realizzazione di un vino morbido ed elegante.
Viene affinato in carati di rovere francese.
Servito ad una temperatura di 16°C si  abbina armonicamente a primi a base di erbe di campo e a piatti a base di agnello

MALVASIA

La Malvasia Puntinata  è uno dei vitigni storici più diffusi nella Regione. Utilizzato in passato soprattutto nel taglio per arricchire di profumi i vitigni più neutri, nel nostro vino diventa protagonista assoluto con note mandorlate e una preponderante sapidità data dai terreni.
Adatta per  aperitivi, primi di carni bianche, secondi di pesce e crostacei. Temperatura di servizio 12° C.

ROSE’

Il Rosè del Casale Cento Corvi è prodotto con uve rosse coltivate a spalliera. Le uve vengono vinificate in bianco e le vinacce subiscono una pressatura soffice a garanzia di una buona cessione di colori che dona al vino un interessante vena rosata.
In bocca si presenta vivace grazie ad un piccolo contributo di carbonica naturale rilasciata in fase di fermentazione che, legandosi alla freschezza già presente nel vino, lo rende ancor più piacevole al gusto.
Fruttato e acidulo è un vino che ben si abbina ad aperitivi di pesce.
Temperatura di servizio 5°/6°C.

GIACCHE’

Nome popolare di un antico vitigno locale sapientemente riprodotto che va a racchiudere quella che è la massima espressione di un territorio antico e altamente vocato alla viticoltura. In passato, questo vitigno, veniva usato solo come taglio, perché le rese bassissime, la difficile vinificazione, il suo intenso colore, il tipico profumo balsamico e la particolare struttura, lo portarono al completo abbandono, sostituendolo con vitigni più produttivi e meno qualitativi, più adatti al mercato dell’epoca. Oggi, grazie al recupero delle piante rimaste nel territorio Cerite, si è cominciata l’opera di reinnesto attraverso la quale è stato possibile riportare a nuova luce questo antico vitigno.
Lo studio approfondito della pianta ci ha permesso di capire che proviene dal Lambrusco, padre dei grandi vitigni rossi.
Servito alla temperatura di 16 C° è ideale per accompagnare piatti di grande struttura come cacciagione e formaggi.

GIACCHE’ PASSITO

La strozzatura del tralcio permette  di effettuare una passitura in pianta, concentrando al massimo tutte le potenzialità,  soprattutto nelle sue caratteristiche aromatiche varietali. Vinificato in acciaio a temperature controllate  sviluppa un incredibile vigore, regalando al palato suggestivi profumi che danno a questo vino l’impeto austero di un territorio antico. L’abbinamento ideale è con il formaggio, in particolar modo a pasta grassa, fegato grasso con salse ai frutti rossi o con pasticceria secca. Temperatura di servizio 14°C.

LO SCORDATO

Si chiama così perché la prima sperimentazione di Trebbiano in purezza era stata davvero dimenticata e una volta ritrovata ha convinto al primo assaggio a ripetere passo dopo passo tutto il processo che aveva portato nel calice un vino così seducente.
Trebbiano in purezza, selezionato in vigna, lavorato con grande cura e attenzione, fermentato su legno americano e poi lasciato sulle proprie fecce fini per 12 mesi in tonneau da 500 litri.
Si esalta con secondi di pesce grasso, crostacei  e formaggi a pasta molle.
Temperatura di servizio 13° C.

VERMENTINO

Un vitigno che  ben si adatta alle caratteristiche del territorio e al microclima marino .
Lavorato in acciaio, dal colore brillante, al naso si percepiscono fiori di campo e mandorla bianca.
Al gusto è piacevolmente fresco e sapido. Apprezzato come aperitivo, ben si accompagna a primi di pesce e crostacei
Temperatura di servizio 11° C.

LA NOSTRA SCELTA

Più che un vino è un progetto. La Nostra Scelta è la migliore selezione della cantina. Da due anni si tratta del nostro Violone (nome locale del Montepulciano). Lavorato in acciaio, si affina in botti di castagno e rimane poi per almeno 6 mesi in bottiglia. ottimo con le carni rosse e con i formaggi stagionati.